Arabia Saudita: cambiano le regole di certificazione SASO e vengono stretti i controlli in dogana

Internationalization

Dal 19 febbraio, la merce destinata in Arabia Saudita è soggetta al Nuovo Regolamento Tecnico – schema 1A, relativo al programma di Certificazione Saleem entrato in vigore negli ultimi mesi e ancora in implementazione).

Il nuovo programma prevede il rilascio di un Product Certificate (PC) annuale e la successiva emissione di Shipment Certificate (SC) legato ad ogni singola spedizione.

 

NB: Il Product Certificate (PC) viene emesso a seguito di una verifica documentale, sulla base della tipologia dei prodotti e sulle origini, ciò significa che su ogni PC potranno essere indicati solo prodotti omogenei e prodotti nello stesso paese d’origine. Qualora ci dovessero essere paesi d’origine diversi bisognerà emettere diversi PC.

Anche articoli fabbricati da diversi produttori (manufacurer) non potranno essere elencati su uno stesso PC, ma verranno emessi tanti PC quanto sono i manufacturer.

Il PC non è prestabile. Va quindi utilizzato per esportazioni dirette in Arabia Saudita.

 

Verifica documentale: sono richiesti dei  test report a conferma del rispetto dei parametri imposti dalla SASO

Per ogni PC dovrà essere testato almeno un campione per composizione.

 

Ogni PC avrà validità annuale, salvo ulteriori cambiamenti alle normative Saudite e all’entrata in vigore dell’utilizzo obbligatorio della piattaforma Saber, caso in cui si dovrà fare una conversione del PC in Saber (i costi per questa operazione verranno quantificati una volta che verranno stabiliti dalle autorità saudite).

 

Una volta emesso uno o più PC, la nuova procedura prevede che ogni singola spedizione sia accompagnata da uno Shipment Certificates (SC), per il rilascio del quale non verrà più fatta alcuna ispezione.

Riepiloghiamo brevemente come si strutturerà l’iter per l’emissione degli Shipment Certificates:

  1. Compilazione della Richiesta di Certificazione con inserimento di fattura “proforma” o “conferma d’ordine”
  2. Controllo da parte del Centro di Certificazione per il Saudi Arabia che la merce inserita nella proforma sia compresa all’interno del PC (product certificate), controllo effettuato sulla base delle Serie inserite nella vostra Product List in excel
  3. Se tutta la merce in spedizione è coperta da PC, verrà data conferma per mail che è possibile concludere la pratica di certificazione mediante emissione di Shipment Certificate (SC) a seguito dell’invio della Fattura Finale.
  4. A ricezione della Fattura finale verrà emessa una bozza ed in seguito l’emissione dello Schipment Certificate necessario allo sdoganamento della merce.

 

L’alternativa è far aprire le pratiche di certificazione direttamente dal importatore sulla piattaforma Saber.

Teniamo a precisare che questa situazione è ancora in fase di sviluppo e non ci sono ancora da parte del Governo saudita indicazioni definitive.

 

Centrocot collabora con Istituti che hanno ricevuto dal Governo Saudita l’accreditamento per emettere questi certificati ed essendo Centrocot Laboratorio accreditato ISO 17025 può eseguire i test di conferma della conformità dei prodotti ed emettere i report necessari per la verifica documentale richiesta.

Autore: Barbara Albertini

Area Tecnica Internazionale – Centrocot SpA