Aggiornata la Candidate List (SVHC): ecco le novità

Technology and Controls

Sono state aggiunte 4 sostanze alla Candidate List
Ora la Candidate List comprende 205 sostanze (SVHC).

L’ECHA ha aggiunto tre nuove sostanze alla Candidate List per la loro tossicità per la riproduzione e una quarta per una combinazione di altre proprietà che destano preoccupazione.

Quest’ultima causa probabili gravi effetti sulla salute umana e sull’ambiente, dando luogo ad un livello di preoccupazione equivalente a quello delle sostanze cancerogene, mutagene e tossiche per la riproduzione (CMR), persistenti, bioaccumulabili e tossiche (PBT) e molto persistenti e molto bioaccumulabili (vPvB).

 

# Nome della sostanza EC CAS Ragioni dell’inclusione Esempi di uso
1 Diisohexyl phthalate 276-090-2 71850-09-4 Tossico per la riproduzione (Articolo 57c)
2 2-benzyl-2-dimethylamino-4′-morpholinobutyrophenone 404-360-3 119313-12-1 Tossico per la riproduzione (Articolo 57c) Sostanza utilizzata nella produzione di polimeri
3 2-methyl-1-(4-methylthiophenyl)-2-morpholinopropan-1-one 400-600-6 71868-10-5 Tossico per la riproduzione (Articolo 57c) Sostanza utilizzata nella produzione di polimeri
4 Perfluorobutane sulfonic acid (PFBS) and its salts Livello equivalente di preoccupazione con probabili gravi effetti sulla salute umana (Articolo 57f)

Livello equivalente di preoccupazione con probabili gravi effetti sull’ambiente (Articolo 57f)

Usato come catalizzatore/addittivo/ nella produzione di polimeri e nella sintesti chimica. È inoltre utilizzato come ritardante di fiamma nel policarbonato (per strumenti elettronici).

 

La Candidate List è un elenco di sostanze che possono avere gravi effetti sulla salute umana o sull’ambiente. Le sostanze presenti nell’Elenco delle sostanze candidate sono anche note come sostanze estremamente preoccupanti e sono candidate all’eventuale inclusione nell’ Allegato XIV (Elenco di sostanze soggette ad autorizzazione). Una volta inserite in tale allegato, l’azienda che intende farne uso dovrà richiederne l’autorizzazione.

Le aziende possono avere obblighi legali derivanti dall’inclusione della sostanza nell’elenco delle sostanze candidate. Tali obblighi possono applicarsi alla sostanza elencata in quanto tale, in miscele o in articoli. In particolare, qualsiasi fornitore di articoli contenenti una sostanza presente nell’elenco delle sostanze candidate oltre una concentrazione dello 0,1% in peso (corrispondente a 1000 mg/kg) ha obblighi di comunicazione nei confronti dei clienti a valle della catena di fornitura e dei consumatori. Inoltre, gli importatori e i produttori di articoli contenenti la sostanza hanno sei mesi di tempo dalla data della sua inclusione nella Candidate List (16 gennaio 2020) per effettuare notifica all’ECHA.

 

Per maggiori informazioni:

Stefania Dal Corso

stefania.dalcorso@centrocot.it

Autore: Stefania Dal Corso

Responsabile Area Sviluppo Internazionale