Ecomondo, l’esposizione internazionale sulle tecnologie verdi

Ecologia e ambiente

Dall’8 all’11 novembre si terrà a Rimini Fiera la 20A fiera internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile. Centrocot sarà presente con i partner del progetto Life PREFER in uno stand allestito dal partner Regione Lombardia. La presenza ad Ecomondo coinciderà con la conferenza finale del progetto, dove saranno presentate alcune esperienze di applicazione della metodologia Product Environmental Footprint (PEF).

Da vent’anni Ecomondo (http://www.ecomondo.com/) è la vetrina più completa nell´area euro mediterranea sulle soluzioni tecnologiche più avanzate e sostenibili per la corretta gestione e valorizzazione del rifiuto in tutte le sue tipologie; la gestione e la valorizzazione dell´acqua, delle acque reflue e dei siti e comparti marini inquinati; l´efficienza nell´uso e nella trasformazione delle materie prime e seconde e l´utilizzo di materie prime rinnovabili. Accanto a questa presenza tecnologica, numerosi convegni e seminari permettono agli interessati di aggiornarsi e confrontarsi con esperti e policy maker su tutti i temi incentrati sulla sostenibilità ambientale, quali ad esempio: Eco­design industriale; Strategie per la prevenzione dei rifiuti e la oro valorizzazione nel quadro dell’economia circolare; Trattamento efficiente delle acque reflue industriali e civili; Biobased Industry; Sostenibilità dell’industria alimentare; Valorizzazione della risorsa idrica e di quelle marine; Bonifica sostenibile di siti industriali e ambienti marini contaminati; Urban Circular Economy; etc.
Il progetto Life PREFER “Product Environmental Footprint Enhanced by Regions” (http://www.lifeprefer.it/), co-finanziato dal Programma Life+, sta volgendo al termine. Durante i tre anni di svolgimento, i partner – fra i quali Centrocot per il settore tessile abbigliamento – hanno studiato e sperimentato l’applicazione della metodologia Product Environmental Footprint (PEF). Sfruttando le sinergie possibili fra le imprese collocate in un cluster o in un distretto industriale specializzato. Il progetto ha permesso di attivare un approccio collettivo (cosiddetto “di cluster”) e di sviluppare strumenti informativi e di utilità per le imprese, che permettessero alle stesse di risparmiare tempo e risorse umane ed economiche nello studio PEF, concentrandosi sui processi e relativi parametri inerenti il proprio core business.
Il giorno 10 novembre, dalle 09,30 alle 13,00 – presso la Sala Tiglio 2, pad.A6 – si svolgerà il convegno “Made Green in Italy e certificazioni ambientali”. Il convegno sarà un´occasione per discutere delle possibilità di sviluppo delle certificazioni ambientali alla luce delle recenti novità della Legge 221/2015 che ha introdotto lo Schema nazionale volontario per la valutazione e la comunicazione dell´impronta ambientale, denominato Made Green in Italy. Saranno altresì presentate alcune esperienze di applicazione della Product Environmental Footprint, dando spazio agli esiti del progetto Life PREFER, che ha realizzato attività dimostrative In otto distretti italiani, fra i quali l’industria tessile del nord-ovest lombardo.

Per ulteriori informazioni, potete contattare:
• Ing. Roberto Vannucci, Area Progetti,
roberto.vannucci@centrocot.it, +39 0331 696778
• Dott.sa Chiara Besnati, R&S Laboratori,
chiara.besnati@centrocot.it, +39 0331 696787


Autore: Roberto Vannucci

Responsabile Area Progetti – Centrocot SpA