In corso un’indagine sui fabbisogni delle aziende tessili per la transizione verso l’economia circolare

Ecologia e ambiente

All'interno del progetto C-TEX, Centrocot sta portando avanti con 35 aziende un check-up gratuito ai fabbisogni delle imprese del settore Tessile Abbigliamento Moda della regione Lombardia in merito all'economia circolare. Il servizio ha come finalità quello di supportare le imprese nella transizione verso l’economia circolare, per individuarne i loro punti di forza e le criticità con un approccio pragmatico, partendo dalle esigenze concrete degli attori di settore.

Nel panorama italiano ed europeo della transizione verso l’Economia Circolare si possono individuare alcuni punti chiave comuni a tutti i settori industriali, come:

  • riduzione dell’utilizzo delle risorse, dalla diminuzione della quantità̀ di materiale usato nella realizzazione di un prodotto o nella fornitura di un servizio all’eco-design, puntando su modelli di condivisione e sullo sviluppo della digitalizzazione;
  • allungamento dell’utilizzo delle risorse, ottimizzando l’uso delle risorse e aumentando la vita del prodotto attraverso un design durevole, il ricorso a materiali e servizi che prolungano la vita dei beni, il riutilizzo, la riparazione e la rigenerazione;
  • utilizzo di materie prime rigenerative, sostituendo i combustibili fossili e i materiali non rinnovabili con energie e materiali rinnovabili;
  • riutilizzo delle risorse, con il riciclo dei rifiuti o scarti e il loro reimpiego come materie prime seconde.

Nell’ambito del progetto “Circular Textiles, co-finanziato da Regione Lombardia (Bando FashionTech) mediante il Programma Operativo Regionale 2014-2020[1], è in corso un’indagine sui fabbisogni conoscitivi, formativi e tecnologici che le imprese del settore Tessile Abbigliamento Moda esprimono attualmente nei confronti della transizione verso la circolarità nell’industria lombarda.

Per supportare le aziende in un momento per loro cruciale si stanno portando avanti, con le imprese che hanno aderito al bando, le attività per:

  • promuovere e raccogliere interesse presso le aziende del settore tramite check-up aziendali personalizzati per rilevare le esigenze relative all’economia circolare.
  • individuare specifici servizi da erogare alle aziende volti ad analizzare i punti di forza e di debolezza delle imprese e suggerire le azioni da intraprendere per valorizzare le capacità innovative in ambito Economia Circolare.

I servizi ipotizzati, e che hanno trovato riscontro presso le aziende intervistate, sono volti a:

  • introdurre tecniche e metodi che favoriscano la riduzione degli scarti dell’industria Tessile Abbigliamento Moda per valorizzare/trasformare gli scarti di lavorazione in risorse e materie prime seconde;
  • migliorare i processi di riutilizzo e di riciclo dei materiali e dei prodotti tessili a fine vita con lo scopo di prevenire il consumo delle risorse non rinnovabili, in una logica di innovazione per la sostenibilità;
  • fornire alle aziende basi normative, procedurali e legali per affrontare la gestione degli scarti industriali, sottoprodotti e rifiuti;
  • supportare le imprese nel loro continuo miglioramento, anche attraverso la valutazione della circolarità aziendale e il conseguimento di certificazioni e dichiarazioni di sostenibilità.

Se volete contribuire anche voi a questa indagine sui fabbisogni delle aziende del settore Tessile Abbigliamento Moda in materia di economia circolare, vi invitiamo a compilare un breve questionario, che permetterà di ampliare la raccolta delle esigenze concrete delle aziende e individuare i servizi attualmente richiesti dalle imprese per aumentare la propria circolarità, sostenibilità e competitività a livello italiano ed Europeo.

 

Partecipa al questionario: https://forms.gle/GXG96kJE42SFa2G2A

Per maggiori informazioni: c-tex@centrocot.it

[1] POR 2014-2020 – Asse Prioritario I – Rafforzare la ricerca, lo sviluppo e l’innovazione – Azione I.1.b.1.2 “Sostegno alla valorizzazione economica dell’innovazione attraverso la sperimentazione e l’adozione di soluzioni innovative nei processi, nei prodotti e nelle formule organizzative, nonché attraverso il finanziamento dell’industrializzazione dei risultati della ricerca”, con il contributo dell’Unione Europea – FESR e dello Stato Italiano.

Autore: Elena Conti

Area Ricerca e Innovazione Multisettoriale

Consenso ai cookie con Real Cookie Banner