Recycling of plastics. Towards a more sustainable plastic treatment in 2030

Ecologia e ambiente

Quattro coordinatori di progetti finanziati nell’ambito del programma Horizon 2020, NONTOX, PLAST2bCLEANED, CREAToR, CIRCULAR FLOORING e REACT hanno tenuto un convegno per esplorare i diversi approcci che si stanno adottando per affrontare le sfide del riciclo della plastica.

Un gruppo di progetti europei ha unito le forze per promuovere i risultati, fino ad ora ottenuti e in corso di sviluppo, in merito a trattamenti e a metodi più efficaci e sostenibili sul tema di recupero e riciclo delle materie plastiche.

Quattro coordinatori di progetti finanziati nell’ambito del programma Horizon 2020:

  • NONTOX (si occupa della rimozione di sostanze pericolose per aumentare i tassi di riciclaggio delle plastiche RAEE, ELV e CDW),
  • PLAST2bCLEANED (sviluppa un processo di riciclo per la plastica contenuta nei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche),
  • CREAToR (mira a rimuovere i ritardanti di fiamma dai materiali plastici),
  • CIRCULAR FLOORING (si focalizza su un processo di riciclo circolare dei rivestimenti per pavimenti in PVC post-consumo),
  • REACT (mira a validare un nuovo processo per la rimozione di sostanze chimiche dai tessuti acrilici al fine di riciclarli),

il 1° luglio 2021, hanno tenuto un convegno dal titolo “Recycling of plastics. Towards a more sustainable plastic treatment in 2030” per esplorare i diversi approcci che si stanno adottando per affrontare le sfide del riciclo della plastica.

Il convegno si è aperto con una serie di interventi lampo per fornire ai partecipanti approfondimenti su ciascun progetto, mostrando innovazioni per ridurre “l’impronta” del consumo di plastica e raddoppiare il tasso di utilizzo dei materiali circolari nel prossimo decennio.

In questo contesto, il Centro Tessile Cotoniero e Abbigliamento ha partecipato presentando il progetto REACT all’interno del convegno dicendo che in realtà REACT si focalizza sulla fibra acrilica, una fibra sintetica a base poliacrilonitrile, che è una plastica.

Durante il webinar sono stati presentati i risultati ottenuti fino ad ora dal progetto REACT fornendo una un importante focus sugli “impatti” che REACT avrà sul tema del recupero e riciclo dei tessuti tessili, principalmente utilizzati nelle tende da sole, in particolare studiando e sperimentando processi di rimozione dei finissaggi conferiti.

Per “impatto” si intende il beneficio che deriva dall’applicazione nelle pratiche industriali dell’innovazione in fase di sviluppo.

I principali benefici ottenibili alla fine del progetto REACT possono essere così sintetizzati:

  • maggiore purezza e qualità delle materie prime secondarie (rimuovere il 90% dei prodotti chimici del processo di finitura e ottenere una purezza finale della fibra riciclata tra il 90 il 95%)
  • riduzione di sostanze pericolose nei materiali riciclati.

Il progetto REACT si propone infine di favorire anche il trasferimento tecnologico del medesimo approccio su altre fibre e in altri settori.

Il webinar si è chiuso con una tavola rotonda interattiva di approfondimento sui quattro progetti di ricerca europei e le loro innovazioni. Ogni membro del panel ha spiegato il modo in cui stanno affrontando le rispettive sfide di sostenibilità.

Per maggiori informazioni, gli interessati possono visitare il sito del progetto REACT (https://www.react-project.net/) oppure contattare:

 

 

Autore: Donatella Macchia

Area Ricerca e Innovazione Multisettoriale