Tecnologie e materiali tessili riciclati

Ecologia e ambiente

Migliorare la gestione degli scarti/rifiuti industriali, promuovendo l'approccio alla Circular Economy, e' il tema fondante del progetto ENTeR (co-finanziato dal programma Interreg Central Europe)

Il Centro Tessile Cotoniero e Abbigliamento insieme al partenariato – composto da centri di ricerca e associazioni di imprese/cluster del settore tessile, appartenenti a cinque paesi dell’Europa Centrale: Italia (Lombardia), Germania (Sassonia), Repubblica Ceca, Ungheria e Polonia – svilupperanno un sistema in grado di valorizzare i rifiuti industriali basandosi sulla caratterizzazione e classificazione delle loro proprietà ed utilizzando una piattaforma on-line per l’abbinamento di “materiali e rifiuti”.
In tale contesto, gli obbiettivi cardini del progetto sono:

  • Ridurre la produzione di rifiuti e scarti tessili per prevenire il consumo di risorse non-rinnovabili (in senso allargato, al di fuori del perimetro aziendale, si sta lavorando su riciclo dei materiali, sul recupero di prodotti a fine vita e il reinserimento in nuovi processi produttivi);
  • Favorire l’approccio all’economia circolare e alla simbiosi industriale tramite la piattaforma on-line;
  • Valorizzare il modello di Open Innovation creando collaborazioni sostenibili nel tempo tra gli attori dell’innovazione nel settore tessile dell’Europa Centrale (imprese, centri di ricerca, associazioni/cluster) per rafforzare la capacità innovativa dell’intero settore.

Sono ormai passati più di sei mesi dall’avvio del progetto ENTeR e, in accordo con gli obiettivi pianificati, le attività di indagine su attività e fabbisogni delle imprese del settore tessile, in materia di riciclo ed economia circolare, volgono al termine.
In particolare, sono in corso interviste ad aziende tessili al fine di rilevare “qualitativamente e quantitativamente” le esigenze in termini di scarti/rifiuti generati.
Questa fase conoscitiva permetterà di studiare e proporre possibili applicazioni attraverso casi pilota.
Due sono i principali aspetti innovativi.
Il primo riguarda i casi pilota, che saranno studiati insieme dai partner europei del progetto, i quali sperimenteranno così anche la possibilità di rendere stabile un servizio europeo che supporti le imprese del settore attraverso le diverse specifiche competenze possedute da ognuno. Il secondo riguarda l’oggetto degli studi, cioè gli scarti tessili. Grazie all’indagine e alle interviste e alla sinergia con altri progetti, le informazioni raccolte serviranno ad alimentare la banca dati della piattaforma Life M3P Material Match Making (sviluppata grazie al co-finanziamento del Programma Europeo Life 2014-2020 e al supporto di Regione Lombardia attraverso la disponibilità del software open source “Open 2.0”).
Mediante la piattaforma on-line si cercherè di dare una nuova vita e/o utilizzo ai materiali tessili di scarto.

Per maggiori informazioni, gli interessati possono visitare il sito di progetto (www.interreg-central.eu/enter/) oppure contattare:


Autore: Donatella Macchia

Area Progetti – Centrocot SpA

– Dr.ssa Donatella Macchia, Area Progetti, donatella.macchia@centrocot.it, +39 696719