Un’iniziativa europea fra progetti di ricerca sulle plastiche per “moltiplicare l’effetto” e sviluppare l’economia circolare in Europa

Ecologia e ambiente

Diciotto progetti di ricercar ed innovazione hanno deciso di unire le proprie forze per promuovere l’economia circolare nell’importante settore delle plastiche. L’iniziativa, denominata “Plastics Circularity Multiplier” servirà per comunicare ai decisori politici all’industria e al grande pubblico le aspettative ed i risultati di un ampio gruppo di progetti di ricerca – co-finanziati dai fondi europei (in primo luogo Horizon 2020) – finalizzati a supportare la transizione dei materiali plastici verso l’economia circolare del futuro e creare nuove opportunità e occupazione in Europa.

Lanciato il 7 ottobre a Bruxelles, il gruppo appena formato metterà in comune risorse e competenze per “moltiplicare” i messaggi chiave dell’ecosistema di progetti che ricevono finanziamenti dal programma di ricerca e innovazione di Orizzonte 2020 dell’UE. Oltre 300 progetti che trattano di materie plastiche in un’economia circolare sono stati finanziati nei programmi di ricerca europea 7° PQ e Horizon 2020 – parte di una strategia più globale dell’UE per investire in soluzioni di economia circolare per raggiungere gli obiettivi della strategia UE sulle materie plastiche 2018.

L’investimento che l’UE sta facendo nell’economia circolare è su una scala tale che è essenziale comunicare cosa significhi per l’ambiente, per i cittadini, per le imprese e per le città in tutto il continente.

Con queste premesse, Centrocot – coordinatore del progetto REACT “Recycling of waste acrylic textiles” – ha deciso di condividere gli obiettivi aderendo all’iniziativa Plastics Circularity Multiplier.

Con una partecipazione iniziale di 18 progetti, l’iniziativa cercherà di aumentare l’impatto dei singoli progetti, ma identificherà anche le barriere normative da superare e gli investimenti necessari se si vuole realizzare un’economia veramente circolare per la plastica nell’UE.

La prima serie di risultati dell’iniziativa arriverà nell’estate del 2020, finalizzata a una conferenza in Bruxelles per mostrare le sinergie tra i progetti partecipanti.

L’iniziativa Plastics Circularity Multiplier aprirà inoltre le sue attività e la sua partecipazione nel settembre 2020 a tutti i progetti dell’UE in corso, sia in Horizon 2020 sia nel nuovo programma quadro Horizon Europe.

Il gruppo di progetti partecipanti mira a integrare le risorse esistenti istituite dalle istituzioni dell’UE, come la piattaforma dell’economia circolare europea, la banca dati dei progetti EASME e l’“Innovation Radar “, tutti progettati per promuovere un vero ecosistema di investimenti dell’UE nell’economia circolare e nell’innovazione.

L’iniziativa è gestita da EuPC, leader nella comunicazione e diffusione del progetto DEMETO, con la partecipazione di altri 17 progetti di Horizon 2020 nel campo della circolarità della plastica:

CIRC-PACK, Circular Flooring, CREAToR, DECOAT, HARMONI, iCAREPLAST, ISOPREP, MultiCycle, NONTOX, PlastiCircle, polynSPIRE, PUReSmart, REACT, REMADYL, REPAIR3D, SMARTFAN e TERMINUS. Anche il progetto LIFE REPOLYUSE ha aderito all’iniziativa, in qualità di osservatore.

Il progetto REACT si focalizza sul riciclo di tessuti acrilici a fine vita utilizzati per la produzione da tende da sole e arredamento per esterni. La problematica principale affrontata nel progetto sarà la rimozione dei finissaggi presenti sui tessuti che conferiscono le caratteristiche e le prestazioni necessarie per il loro utilizzo finale.

La partecipazione a questo network permetterà in primo luogo di moltiplicare le risorse per un’efficace informazione e diffusione dei risultati, ma permetterà anche alle imprese e ai partner REACT di confrontarsi con altre imprese ed organizzazioni europei, con una condivisione di temi, approcci e potenziali soluzioni.

 

Per maggiori informazioni sulle finalità dell’iniziativa e – in particolare – del progetto REACT, contattare:

 

Roberto Vannucci

Responsabile Ricerca e Innovazione Multisettoriale

tel. 0331 696778

e-mail: roberto.vannucci@centrocot.it

 

Autore: Roberto Vannucci

Responsabile Area Ricerca e Innovazione Multisettoriale