Tecnologie e materiali tessili riciclati Il progetto ENTeR attraverso la piattaforma M3P consente l’abbinamento di scarti con necessità aziendali.

Ecologia e ambiente

Il progetto Life M3P si è concluso e l’erede naturale che continua ad usare le tecnologie digitali per dare nuova vita agli scarti industriali è il progetto ENTeR – Expert Network on Textile Recycling. Non esiste una soluzione unica per la gestione dei rifiuti, ma certamente esiste la necessità di disporre di una visione sistemica delle possibilità di riutilizzo degli scarti industriali e di una conoscenza delle possibili alternative di reimpiego degli stessi al fine di individuare, dal punto di vista ambientale e gestionale, delle soluzioni ottimali di riutilizzo.

Il progetto ENTeR promuove la collaborazione tra aziende tessili e attori dell’innovazione (centri tecnologici per il tessile, cluster e associazioni imprese) in tutta l’Europa centrale per ridurre i rifiuti tessili e contrastare l’esaurimento delle risorse non rinnovabili.

Grazie all’adattamento della piattaforma “M3P”, sviluppata da CENTROCOT in un precedente progetto Life, le aziende hanno potuto creare un catalogo dei rifiuti (Textile Waste Database) e un “sistema di abbinamento dei materiali” (Match). Con la piattaforma M3P si ha la possibilità di offrire e richiedere flussi di rifiuti al fine di riutilizzarli ed evitare, di conseguenza, l’aumento di volumi di scarti nelle discariche e negli inceneritori.

Inoltre, una volta individuato in piattaforma un possibile Match, con il progetto ENTeR si ha la possibilità di supportare le imprese nella realizzazione dell’idea di riutilizzo mettendo a disposizione competenze sulle tecnologie e sui processi di trasformazione delle materie e, in parallelo, conoscenze delle normative che regolano il trasporto e le autorizzazioni necessarie per poter operare con gli scarti e trasformarli in nuovi materiali e/o sottoprodotti.

 

Con questo approccio è stato possibile realizzare alcuni casi pilota: ad es. una piccola azienda ha utilizzato polveri di cotone, altrimenti destinate all’incenerimento, per la produzione di carta di alta qualità invece di utilizzare la cellulosa vergine; questo Match consente una riduzione degli impatti ambientali: -27% delle risorse non rinnovabili, -50% consumo di acqua, -44% cambiamento climatico, -43% ecotossicità.

 

Con la piattaforma M3P, il progetto ENTeR dà nuova vita agli scarti tessili industriali rendendoli visibili a un vasto pubblico di operatori, e facilitando l’incontro tra domanda e offerta al fine di contribuire all’implementazione della Economia Circolare.

Per maggiori informazioni contattare:

 

  • Ing. Roberto Vannucci
    Ricerca e Innovazione Multisettoriale
    0331 696778
    roberto.vannucci@centrocot.it

 

  • Donatella Macchia
    Ricerca e Innovazione Multisettoriale
    0331 696719
    donatella.macchia@centrocot.it

Autore: Donatella Macchia

Ricerca e Innovazione Multisettoriale, Centrocot