Al via le iscrizioni per il corso pilota dedicato alla Manifattura Additiva

Materiali e prodotti

Il percorso formativo sperimentale aprirà i battenti nel mese di dicembre e tramite la modalità e-learning sarà fruibile a seconda delle proprie esigenze e in base ai propri impegni. Vi potranno partecipare studenti, lavoratori e inoccupati che intendono approcciare e approfondire le proprie conoscenze e competenze in ambito di Additive Manufacturing.

A novembre si apriranno le iscrizioni per partecipare al corso pilota dedicato alla stampa 3D applicata ai settori dell’Habitat e della produzione di utensili e sviluppato all’interno del progetto europeo SAMANTHA – Skills in Additive MANufacturing for the Toolmaking and HAbitat Sectors, finanziato dal programma Erasmus e di cui Centrocot è partner.

Il corso pilota abbina conoscenze tecniche e soft skills e comprenderà anche attività di affiancamento da parte di esperti per un confronto sul campo e l’acquisizione di conoscenze attraverso testimonianze dirette. Nel dettaglio, il corso è composto da nove moduli, cinque dedicati agli aspetti tecnici e quattro alle competenze trasversali, e sarà fruibile in modalità on-line, mentre gli incontri con i mentori avverranno sia dal vivo che durante webinar focalizzati su argomenti specifici al fine di approfondire aspetti, tendenze e prospettive della Manifattura Additiva.

Nello sviluppo del corso, i partner del progetto SAMANTHA hanno seguito l’approccio della formazione di “abilità a forma di T” nel campo della Produzione Additiva.

La barra verticale della lettera T rappresenta la profondità delle competenze in un singolo dominio tecnico, mentre la barra orizzontale rappresenta la capacità di cooperare attraverso le discipline e di applicare le conoscenze in campi diversi dal proprio. Il curriculum del corso tiene conto di questo approccio e offre formazione tecnica (barra verticale) come le tecnologie di stampa 3D, processi di produzione con software di progettazione e modellazione etc. e competenze aggiuntive (barra orizzontale) relative al successo aziendale come innovazione del modello di business, creatività e innovazione sociale, comunicazione & networking.

Possono iscriversi studenti, lavoratori e inoccupati che intendono approcciarsi a questo campo della produzione. Con questo percorso formativo pilota, infatti, si vuole fornire una prima conoscenza su come tecnologie pensate per settori diversi possano integrarsi con settori più tradizionali, come il tessile applicato all’arredo, fornendo strumenti per la prototipazione rapida, riducendo costi, tempi, consumo di materiali e, in ultima analisi, l’impatto ambientale. I vantaggi offerti dalla manifattura additiva sono molteplici e tra questi si può segnalare l’ampia flessibilità per quanto riguarda quantità (produzione da piccoli lotti a grandi) e forma poiché rende possibile lo sviluppo di oggetti con geometrie complesse e l’istantanea modifica a seconda delle esigenze del cliente. Dal punto di vista ambientale, poi, la manifattura additiva incide sulla riduzione delle materie prime impiegate, sul miglioramento delle prestazioni, promuove l’utilizzo di materiali alternativi a quelli in uso, modificando la struttura costruttiva dell’oggetto che viene ripensata in funzione della stampa 3D.

 

Per richiedere maggiori informazioni in merito alla modalità di iscrizione e al dettaglio delle tematiche trattate nel corso pilota, contattare l’Area Formazione di Centrocot al seguente indirizzo: enrico.gedi@centrocot.it

Autore: Daniela Nebuloni

Area Ricerca e Innovazione Multisettoriale Centrocot