La piattaforma Life M3P a ECOMONDO 2019

Materiali e prodotti

Il pacchetto sull'Economia Circolare definisce obiettivi chiari per la riduzione dei rifiuti e stabilisce un percorso ambizioso e credibile a lungo termine per la gestione e il riciclaggio dei rifiuti.
Il progetto Life M3P offre uno strumento utile alle imprese per rispondere in modo concreto agli target posti dalla normativa europea. I risultati ottenuti sono illustrati durante la Conferenza Finale che si terrà il prossimo 7 novembre a Rimini nell’ambito della fiera ECOMONDO, dove Life M3P condivide anche il maxi stand ``I progetti europei per l'economia circolare” con altre iniziative europee per l’intero periodo della manifestazione.

Gli ultimi dati europei disponibili (fonte: Eurostat) mostrano che nel 2016 i rifiuti totali generati da tutte le attività economiche e dalle utenze domestiche ammontano a 2,538 milioni di tonnellate nell’UE-28. Ciò significa che sono state generate 5,0 tonnellate di rifiuti per abitante. In particolare, il settore delle costruzioni ha contribuito al 36,4% del totale, seguito dalle attività estrattive al 25,3%, da quelle manifatturiere al 10,3%, mentre rifiuti e servizi idrici si assestano al10,0% e quelli urbani al 8,5%; il restante 9,5% è costituito da rifiuti generati da altre attività economiche, principalmente servizi (4,6%) ed energia (3,1%).

 

Per quanto riguarda invece le due principali categorie di trattamento – recupero e smaltimento – i dati statistici europei riportano che nel periodo 2004-2016, la quantità di rifiuti recuperati, ovvero riciclati, utilizzati per il riempimento o inceneriti con recupero di energia è passata da 960 milioni di tonnellate nel 2004 a 1.198 milioni di tonnellate nel 2016. La quantità di rifiuti oggetto di smaltimento è diminuita da 1.154 milioni di tonnellate nel 2004 a 1.038 milioni di tonnellate nel 2016, con un calo del 10,1%. La quota di smaltimento nel trattamento totale dei rifiuti è diminuita dal 54,6% nel 2004 al 46,7% nel 2016.

Anche se sono stati compiuti progressi, raggiungendo poco più della metà (53,3%) dei rifiuti trattati nelle operazioni di recupero, dovranno essere compiuti ulteriori sforzi per ridurre il rimanente 46,7% di rifiuti che viene ancora conferito in discarica.

 

Nel luglio 2018 le Direttive europee del pacchetto sull’Economia Circolare, che gli Stati membri dovranno attuare entro luglio 2020, hanno stabilito che, tra i nuovi obiettivi, il riciclo dei rifiuti deve raggiungere almeno il 55% entro il 2025, mentre dovrà essere ridotto il conferimento in discarica fino al 10% entro il 2035. Gli obiettivi stabiliti nella legislazione europea, basata sulla “gerarchia dei rifiuti” (prevenzione, riutilizzo, riciclaggio, recupero per altri scopi, come l’energia e solo infine lo smaltimento) sono i fattori chiave per migliorare la gestione dei rifiuti, stimolare l’innovazione nel riciclaggio, limitare l’uso delle discariche e creare incentivi per cambiare il comportamento dei consumatori.

 

In questo quadro giuridico e ambientale, la piattaforma M3P (www.materialmatch.eu) può aiutare le aziende a rispettare le prescrizioni dell’economia circolare durante l’implementazione di processi industriali che utilizzano materie prime riciclate o secondarie). La piattaforma, accessibile gratuitamente, offre alle aziende l’opportunità di colmare la carenza di informazioni riguardo agli scarti industriali prodotti in un’area locale, attraverso un approccio sistematico orientato al ciclo di vita dei prodotti e alla filiera necessaria per realizzarli.

 

Dopo tre anni di lavori,  i risultati finali del progetto Life M3P – promozione della valorizzazione dei rifiuti, basata sulla caratterizzazione e classificazione delle loro proprietà, utilizzando la piattaforma online M3P che promuove lo scambio di rifiuti – sono presentati durante la Conferenza Finale giovedì  7 novembre dalle 9:30 alle 12:45 nell’ambito della manifestazione Ecomondo (Stand 175 – Padiglione D3), l’expo di riferimento in Europa per l’innovazione tecnologica e industriale green in programma dal 5 all’8 novembre prossimi presso gli spazi espositivi della Fiera di Rimini e il 19 novembre a Busto Arsizio (VA), al Museo del Tessile, Sala delle Feste.

Per maggiori informazioni sul progetto Life M3P, rivolgersi ai seguenti contatti:

 

  • Roberto Vannucci

Responsabile Ricerca e Innovazione Multisettoriale

tel. 0331 696778

e-mail: roberto.vannucci@centrocot.it

 

  • Daniela Nebuloni

Ricerca e Innovazione Multisettoriale

tel. 0331 696760

e-mail: daniela.nebuloni@centrocot.it

Autore: Daniela Nebuloni

Area Ricerca e Innovazione Multisettoriale

Consenso ai cookie con Real Cookie Banner