Formazione pratica in nuove tecnologie per il tessile: il trasferimento di conoscenze per la stampa 3D grazie ai Mentori

Organizzazione e gestione

I partner del progetto europeo SAMANTHA coinvolgeranno 16 esperti senior per facilitare l'acquisizione di conoscenze attraverso testimonianze dirette e sessioni non formali, che si svolgeranno sia faccia a faccia che durante webinar incentrati su argomenti specifici, al fine di indagare aspetti, tendenze e prospettive dell'Additive Manufacturing.

Il progetto europeo SAMANTHA (finanziato dal programma Erasmus Plus) è focalizzato a costruire un percorso formativo incentrato sull’Additive Manufacturing (Stampa 3D) per i settori Habitat (in particolare arredo casa) e produzione di utensili e intende abbinare conoscenze tecniche e soft skills.

Il corso pilota e-learning del progetto SAMANTHA mira a dimostrare la validità del percorso formativo che i partner hanno sviluppato durante questi due anni di attività. All’interno di questa attività formativa un compito speciale sarà svolto dai Mentori, una figura peculiare che supporterà i discenti nelle loro attività focalizzate ad approfondire i diversi aspetti dell’Additive Manufacturing (AM) e le competenze trasversali.

I 16 Mentori sono stati selezionati all’interno un panel di esperti che sono stati intervistati al fine di identificare il profilo medio del Mentore. Durante le interviste gli esperti hanno fornito informazioni dettagliate su aspetti specifici della loro esperienza professionale. In particolare sono stati indagati il ruolo svolto nell’azienda in cui lavorano/collaborano, le attività svolte e gli anni di esperienza in ambito Additive Manufacturing o in competenze trasversali, le conoscenze tecniche e, non ultime, le lingue straniere e le capacità formative.

Gli esperti intervistati provengono da diverse esperienze lavorative e rappresentano sia il punto di vista delle aziende, ma anche l’approccio accademico all’ Additive Manufacturing o l’esperienza offerta da consulenze tecniche altamente qualificate. Ciò che scaturisce dai colloqui con gli esperti è che i vantaggi offerti dall’Additive Manufacturing siano molteplici e tra questi possiamo segnalare l’ampia flessibilità per quanto riguarda la quantità (produzione da piccoli lotti a grandi) e la forma poiché permette di sviluppare oggetti con geometrie complesse e con modifiche pressoché immediate in base alle esigenze del cliente.

I mentori daranno un contributo importante e pratico perché potrebbero facilitare i discenti ad avvicinarsi al campo dell’Additive Manufacturing e promuovere non solo le conoscenze tecniche ma anche le essenziali abilità personali, sociali e imprenditoriali. All’interno del corso pilota i mentori daranno un contributo importante e pratico perché svolgeranno un ruolo di facilitatori nei confronti degli studenti accompagnandoli alla scoperta della produzione additiva e promuovendo non solo le conoscenze tecniche ma anche le competenze personali, sociali e imprenditoriali essenziali.

Per maggiori informazioni sulle modalità di iscrizione e sui dettagli degli argomenti trattati nel corso pilota, contattare l’Area Formazione di Centrocot al seguente indirizzo e-mail: enrico.gedi@centrocot.it

Autore: Daniela Nebuloni

Area Ricerca e Innovazione Multisettoriale