Progetto TEXMatrix: corso gratuito per implementare la capacità di innovazione

Organizzazione e gestione

Avviata la prima edizione del corso on-line TEXMatrix che intende approfondire il tema dell’innovazione nel settore tessile e degli approcci che ne favoriscono lo sviluppo. Il corso, rivolto a giovani studenti o disoccupati e al personale impiegato nelle aziende tessili è stato sviluppato sulla base dei risultati di un’indagine sull’attitudine all’innovazione delle aziende tessili e intende dare risposta alle esigenze del settore.

Il 16 luglio è partito il corso on-line frutto del lavoro del progetto TEXMatrix, che ha lo scopo di favorire l’innovazione all’interno del settore tessile.
Il progetto, finanziato dal programma europeo Erasmus+, ha inizialmente svolto un’indagine mirata all’analisi dell’attitudine all’innovazione da parte delle aziende, in particolare PMI del settore tessile-abbigliamento, coinvolgendo imprese di 4 paesi europei: Italia, Slovenia, Portogallo e Romania.
Grazie a questa indagine sono stati individuati sia i fattori efficacemente presidiati sia quelli suscettibili di miglioramento. Lo scopo del corso è di colmare le lacune emerse, diffondendo un aggiornamento sullo stato dell’arte e favorire l’ulteriore approfondimento dei temi esposti.
Il corso inoltre costituisce un’opportunità smart e agile rivolta sia ai dipendenti delle imprese tessili che a giovani studenti o disoccupati: per i primi sarà possibile avere un aggiornamento sul panorama del settore, vedendo quali siano le direzioni in cui si stanno evolvendo le necessità di innovazione; a studenti o disoccupati invece il corso offre la possibilità di migliorare le loro competenze per affacciarsi al mondo del lavoro.
Il corso è completamente gratuito ed è articolato in quattro moduli:

  1. Elementi specifici per l’innovazione, che tratta degli aspetti generali di cosa vuol dire innovare e dei fattori chiave per innovare al meglio;
  2. Strumenti di sostegno e promozione dell’innovazione, che affronta le nuove possibilità di collaborazione offerte dalle piattaforme di Open Innovation e a come ripensare al business ponendo al centro le questioni ambientali e il coinvolgimento degli stakeholder;
  3. Guida con le nuove soluzioni, che illustra 34 risultati di progetti svolti dai partner, descrivendo alcuni traguardi in merito alla capacità tecnologiche del settore;
  4. Quadro legislativo per la protezione dell’innovazione che affronta le dinamiche per la tutela della proprietà intellettuale e invita a usare la ricerca brevettuale anche come fonte utile di informazioni.

La durata del corso è “equivalente” a cinque giornate di studio e la modalità completamente on-line permette di essere svincolati dall’obbligo della presenza in aula, ottimizzandone la flessibilità: fino al 30 agosto 2018, data di chiusura della sessione, sarà possibile seguire il corso negli orari più comodi per i corsisti.
Per maggiori informazioni sul Progetto Hi-Tex Panel gli interessati possono contattare i seguenti recapiti:


Autore: Paolo Ghezzo

Area Ricerca e Innovazione Multisettoriale – Centrocot SpA