TEXMatrix, attitudine all’innovazione delle imprese del settore tessile.

Organizzazione e gestione

La necessita' di innovazione richiede di pensare e capire come poter ottimizzare il processo stesso di innovazione. Tale prassi non ha sempre una dinamica lineare, ma spesso si presenta come una struttura a rete: diversi fattori possono essere sinergici, motivo per cui a volte un fattore sottovalutato puo' rilevarsi fondamentale. Il progetto TEXMatrix, dedicato allo sviluppo di corsi di formazione specifici per le imprese del settore tessile, fornisce un metodo di indagine per l'identificazione dei fattori e dei campi coadiuvanti.

Il progetto TEXMatrix, finanziato dal programma europeo ERASMUS+, intende implementare la capacità di innovazione delle imprese del settore tessile. Il fulcro del processo di sviluppo risiede nel management delle conoscenze.

All’interno del progetto si è appena conclusa l’azione di Benchmarking, un’indagine statistica mirata all’analisi dell’attitudine all’innovazione da parte delle aziende, in particolare PMI del settore tessile-abbigliamento. Sono state coinvolte imprese di 4 paesi europei: Italia, Slovenia, Portogallo e Romania, alle quali à stato sottoposto un questionario riguardante i quattro ambiti primari dell’indagine connessi all’innovazione: Condizioni, Risorse, Attività e Risultati.

Poichè l’innovazione stessa non è univoca, ma può avere molte “forme” e aspetti diversi, può quindi essere guidata da linee divergenti o apparentemente opposte e, soprattutto, tra i diversi fattori si possono creare sinergie o leve reciproche.

Attraverso l’indagine si sono individuati possibili fattori di miglioramento.

L’84% delle aziende intervistate è propenso allo sviluppo delle idee generate dal proprio staff interno o supportato da collaboratori esterni

. Tuttavia a questo punto, un’idea per svilupparsi e diventare un’azione concreta deve avere terreno fertile, favorito dall’azienda stessa: la leadership aziendale che esprima una visione strategica e incoraggiante del cambiamento continuo; la fruizione di risorse economiche; l’ampliamento delle conoscenze attraverso la possibilità di formazione, di confrontarsi con altre figure professionali, o di attingere a informazioni tecnico/scientifiche, finanziarie, etc.; in ultima analisi, anche la capacità di valutare i processi su diversi fronti innovativi è essa stessa cogenerativa di nuovi stimoli.

Grazie all’indagine è risultato evidente che la forza delle idee interne sviluppate dallo staff si correla con la forte attitudine a svolgere attività di formazione del personale interno, principalmente sui lati tecnico e manageriale. Inoltre si può anche riconoscere un nesso tra la forza delle idee e gli strumenti motivazionali adottati, che principalmente riguardano il consolidamento dei ruoli e l’accrescimento delle competenze e delle qualifiche. Infine, un altro fattore coadiuvante può essere ricondotto al riconoscimento di figure di leadership specifiche.

In altri casi l’innovazione può generarsi da un cambiamento radicale della prospettiva aziendale, associando nuovi stimoli derivanti dal mercato o dall’evoluzione naturale del contesto in cui si opera. Anche in queste situazioni risulta quindi fondamentale essere aggiornati, per esempio avere contatti con associazioni e cluster di settore.

Attualmente è in conclusione il rapporto di analisi dei risultati dell’indagine, che comprende una prima parte di analisi complessiva, una seconda di analisi delle più significative variabili osservate ed una terza parte personalizzata per ogni azienda partecipante e il campione complessivo.

Sarà inoltre disponibile a breve per tutte le imprese del settore il rapporto finale dell’indagine.

L’identificazione dei fattori critici e dei punti di forza identificati sarà quindi l’oggetto dello sviluppo di corsi dedicati agli operatori del settore tessile, corsi che saranno fruibili da lavoratori, esperti e studenti, sia in modalità on-line che in presenza.

Per ulteriori informazioni, contattare:

– Ing. Roberto Vannucci, Area Progetti,

roberto.vannucci@centrocot.it, +39 0331 696778

– Dott. Paolo Ghezzo, Area Progetti,

paolo.ghezzo@centrocot.it, +39 0331 696783


Autore: Paolo Ghezzo

Area Progetti – Centrocot SpA