Caratteristiche di un tessuto salvavita: la cintura di sicurezza

Sicurezza e protezione

I materiali tessili sono largamente utilizzati in settori tecnici, come quello dell’automobile per realizzare un componente fondamentale per la nostra sicurezza alla guida: la cintura di sicurezza.

I partner del progetto Horizon2020 DigiPrime continuano con lo sviluppo della piattaforma digitale che supporterà le aziende dell’indotto dell’automobile al passaggio verso l’Economia Circolare. Continua anche l’approfondimento da parte dei tecnici di Centrocot delle caratteristiche delle componenti tessili che compongono un veicolo. In una newsletter precedente abbiamo parlato degli airbag, questa volta vorremmo parlavi di un altro tessuto salvavita: la cintura di sicurezza.

Anche la cintura di sicurezza è un dispositivo più complesso di quello che potrebbe sembrare: è la combinazione di alcune componenti ancorate all’abitacolo ed una componente flessibile che ne consente un facile utilizzo. Quest’ultima è una fettuccia molto resistente che deve soddisfare numerose caratteristiche tecniche per garantire la sicurezza del passeggero.

La fettuccia, secondo la Direttiva Europea 77/541/CEE, deve sopportare un carico di rottura di almeno 1500 kg,  deve avere un’ottima resistenza all’abrasione, un’ottima resistenza ai raggi UV ed al calore per evitare perdite di performance durante il ciclo di vita dell’automobile. Un’altra caratteristica importante è la stabilità dimensionale, poiché la variazione della larghezza o dello spessore potrebbe inficiare il corretto scorrimento attraverso le componenti meccaniche e quindi un malfunzionamento dell’intero dispositivo.

Per soddisfare queste esigenze, la fettuccia è solitamente costituita da multifilamenti in poliestere, con un titolo fra i 550 dtex e 1800 dtex. Possono essere utilizzati vari tipi di armature, ma generalmente si usa una saia 2:2 che garantisce compattezza. Infine, la fettuccia viene sottoposta ad un processo di termofissaggio per aumentarne la robustezza.

Secondo l’ACI “Le cinture di sicurezza sono, in caso di incidente, uno dei più importanti meccanismi di protezione per chi si trova all’interno dell’autovettura” in quanto, oltre a prevenire traumi da urti, si stima che indossarla possa ridurre il rischio di morte del 50% in occasione di incidente grave.

La conoscenza delle caratteristiche tecniche di questi materiali permette l’individuazione di nuove vie di recupero a fine vita dell’auto. La cintura di recupero così salverà la vita e l’ambiente.

 

 

Per maggiori informazioni:

Omar Maschi Ph.D – Area Ricerca ed Innovazione Multisettoriale
omar.maschi@centrocot.it

Francesco Dellino – Area Ricerca ed Innovazione Multisettoriale
francesco.dellino@centrocot.it

Autore: Francesco Dellino

Area Ricerca e Innovazione Multisettoriale

Consenso ai cookie con Real Cookie Banner