Simbiosi Industriale, opportunità di collaborazione fra imprese

Sicurezza e protezione

Si e' tenuto a Saronno nella sede dell'Unione degli Industriali della Provincia di Varese, il primo workshop di Simbiosi Industriale nell'ambito del progetto europeo Life M3P.

Con la partecipazione di più di 50, fra imprenditori e tecnici, in rappresentanza di circa 40 aziende di numerosi settori industriali, provenienti anche da fuori Lombardia, si è svolto lo scorso giovedì 5 ottobre, a Saronno, un intenso workshop per l’avvio di percorsi di simbiosi industriale, il cui obiettivo era favorire l’incontro fra l’offerta di materiale in surplus – scarto o rifiuto – da parte di industrie produttive con la richiesta o necessità da parte di altre industrie produttive di specifici materiali, ricavabili con eventuali processi e trattamenti dai precedenti.
Il workshop è stato organizzato da UNIVA in collaborazione con CENTROCOT e Material Connexion, rispettivamente coordinatore e partner italiano del progetto Life M3P, co-finanziato dal Programma Europeo Life, e con la partecipazione del partner belga I-CTV e di quello greco DIADYMA.
L’incontro si è svolto in due momenti.
Un primo in plenaria con tutti i partecipanti, ha consentito di illustrare gli aspetti fondamentali del progetto Life M3P, della Economia Circolare e della Simbiosi Industriale, nonchè di presentare casi di successo. In particolare, l’organismo belga Symbiose Platform ha presentato i risultati economici ed ambientali conseguiti in 5 anni di progetti di simbiosi industriale realizzati nelle Fiandre e l’impresa A. Molina & C. Spa ha descritto le proprie attività finalizzate all’economia circolare.
Un secondo momento ha coinvolto operativamente tutti i partecipanti, suddivisi in tavoli di 10 persone, in un processo di “match making”, con una metodologia innovativa proposta dal partner di progetto I-CTV.
L’attività ha permesso alle aziende, in circa tre ore complessive, di confrontarsi fra loro su 70 offerte di rifiuti industriali e 26 richieste di materiali da riciclo o tecnologie di trattamento, giungendo ad ipotizzare circa 80 “matches”, cioè possibilità di scambi di materiali. Il materiale raccolto durante i tavoli da lavoro sarà elaborato ed ogni partecipante riceverà un rapporto personalizzato, che gli consentirà di proseguire nella verifica di effettiva realizzazione dei “matches”, ovvero di concretizzare la collaborazione con i potenziali partner individuati.
Grazie al progetto Life M3P, il cui obiettivo principale del progetto è studiare modalità di sviluppo della simbiosi industriale, sarà possibile aderire a future simili iniziative che verranno realizzate.
Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito www.lifem3p.eu o contattare:


Autore: Roberto Vannucci (*)

(*) Responsabile Area Progetti – Centrocot SpA