L’Inarrestabile crescita di Techtextil e Texprocess. Record di presenze nell’edizione appena conclusa.

Tecnologia e controlli

47'500 visitatori (+14% rispetto al 2015) hanno incontrato i 1'789 espositori (+8% rispetto al 2015), confermando la leadership dei due eventi per il mondo dei tessuti tecnici e tecnologie di lavorazione dei materiali. Il settore italiano dei Tessili Tecnici era presente con un’importante rappresentanza nella collettiva organizzata da ICE E TexClubTech. Non poteva mancare a questo appuntamento Centrocot in qualità di Centro d’eccellenza a sostegno della Ricerca e Sviluppo e Prove di Laboratorio, anche in questo comparto che si conferma leader e ricco di innovazioni tecnologiche.

Entrare nelle sale espositive delle due fiere più importanti del settore tessili tecnici non ha lasciato alcun dubbio: L’industria 4.0, i tessuti intelligenti e funzionali e la digitalizzazione non sono più le tendenze di domani. Oggi, l’industria tessile è al passo. Se un’industria è idonea per il futuro, quella è l’industria tessile.
Tuttavia, anche in questa epoca di digitalizzazione, è essenziale uno scambio personale di idee e opinioni: lo dimostra i tanti visitatori sono venuti a Techtextil e Texprocess.
Durante tutti e quattro i giorni i visitatori hanno potuto “toccare con mano” tessuti ad alta tecnologia utilizzati in diverse applicazioni quali, bende intelligenti per il ginocchio, modalità di riscaldamento o raffreddamento, per non parlare di indumenti con LED integrati, fibre anti fiamma, telai di biciclette in carbonio e membrane tessili per l’edilizia.
Dopo la Germania, le tre principali nazioni visitatrici di Techtextil sono state Italia, Francia e Turchia, mentre a Texprocess Italia, Romania e Portogallo.
L’ottimo stato d’animo della fiera è stato sottolineato anche dal sondaggio dei visitatori sul clima economico del settore.
Secondo il 33 per cento dei visitatori Texprocess (2015: 26 per cento), l’attuale situazione economica può essere descritta come buona. Nel caso dei visitatori di Techtextil, la cifra era ancora più alta con il 42 per cento (2015: 32 per cento).
Numeri che confermano l’importanza di questo comparto per il quale Centrocot affina continuamente le proprie competenze, mettendole a disposizione delle aziende coinvolte, ponendosi come fattore competitivo strategico per il loro sviluppo e la loro crescita.

Per attività di R&D sui tessili tecnici contattare:
– Roberto Vannucci (roberto.vannucci@centrocot.it)
– Daniela Ferroni (daniela.ferroni@centrocot.it)


Autore: Patrizia

Responsabile Comunicazione – Centrocot SpA

Consenso ai cookie con Real Cookie Banner