Multi-Lab e Design for Recycling: in Centrocot si studiano anche le connessioni multidisciplinari per dare nuove risposte alle sfide odierne

Tecnologia e controlli

Il nuovo laboratorio Multi-Lab aperto da Centrocot nel Centro Polifunzionale di Mapensa Fiere a Busto Arsizio permette di studiare diverse forme di riciclo dei tessili e non. Parallelamente il Design for Recycling fornisce una metodologia per progettare prodotti e sottoprodotti più facilmente riciclabili.
L’unione delle due discipline permette di fornire alle imprese del settore tessile-abbigliamento (e non solo) nuovi strumenti strategici per la massimizzazione dei materiali trattati.

Quando si affronta il tema del riciclo dei tessili la domanda principale a cui occorre rispondere è: qual è il miglior uso di ciò che oggi è pensato come “rifiuto tessile”?

 

Una delle sfide che il mondo produttivo odierno si trova ad affrontare è la massimizzazione dell’utilizzo dei materiali; se si osservano le evoluzioni del contesto globale ci si rende conto quanto il tema del riciclo dello “scarto” di produzione e non sia sempre più una questione strategica.

 

In realtà la sfida non è nuova, diversi sono gli esempi, le best practice e le indicazioni specifiche.

 

All’interno dell’Eco-Design si affronta specificatamente il tema con una branca che prende il nome di Design for Recycling, sintetizzato con DfR, che fornisce ai progettisti una metodologia e diverse linee guida e per ripensare sia il prodotto che il processo.

Il Design for Recycling affronta sia la riciclabilità del prodotto a fine vita che degli scarti di produzione, cercando di evitare gli sprechi di materiale: il focus è sui materiali, l’obiettivo è il mantenimento del loro massimo potenziale.

Spesso parlare di riciclo è come fare una partita a scacchi: se da un lato le possibilità e i processi possono sembrare simili, in realtà ogni materiale ha le proprie peculiarità e può rispondere diversamente dagli altri. Bisogna essere capaci di giocare la partita in campo.

Quando si affronta una nuova richiesta non è semplice poter ipotizzare tutti gli aspetti conseguenti e serve poter fare testing dei processi e misurare, comparare e valutarne le prestazioni.

 

Il laboratorio Multi-Lab ha proprio quest’obiettivo, vuole essere un importante strumento per lo studio di nuove soluzioni di trattamento dei materiali.

Include diversi percorsi di trattamento ed è impostato con l’ottica di lavorare a rete, anche con l’intenzione di poter indagare applicazioni diverse in ottica extrasettoriale: è possibile eseguire una serie di fasi di lavorazioni intermedie, che vanno dal tessile tradizionale al plastico e che possono sfociare nell’abbigliamento, nei tessili tecnici, nell’edilizia, nell’arredo e nei più svariati impieghi industriali.

 

Per fare un esempio, grazie al Multi-Lab si può rispondere alla questione: se prendo un “capo finito” a fine vita, è meglio riciclarla come tessile tradizionale, come materiale plastico per additive manufacturing, o come materiale isolante?

 

Sono in corso diverse sperimentazioni, sia attività a commessa aziendale, sia attività in progetti cofinanziati come C-TEX Circular Textiles e REACT Recycling Acrylic Textile waste.

Il Design for Recycling viene affrontato anche nella proposta formativa di Centrocot, alla quale si rimanda per maggiori informazioni.

 

Data la recente apertura e per favorire una visione applicativa sul campo, Centrocot organizza anche sessioni dimostrative delle diverse possibilità.

 

Per ulteriori informazioni o per partecipare ad una sessione dimostrativa:

  • Paolo Ghezzo – Ricerca e Innovazione Multisettoriale

paolo.ghezzo@centrocot.it

  • Donatella Macchia – Ricerca e Innovazione Multisettoriale

donatella.macchia@centrocot.it

Per le attività di formazione:

  • Paola Tambani – Responsabile Area Formazione

paola.tambani@centrocot.it

Autore: Paolo Ghezzo

Area Ricerca e Innovazione Multisettoriale