Quattro prodotti chimici pericolosi aggiunti alla Candidate List ECHA/NR/22/01

Tecnologia e controlli

La Candidate List delle sostanze “estremamente preoccupanti” ad oggi contiene 223 agenti chimici che sono sospetti di avere effetti seri su persone e ambiente. Le aziende sono responsabili della corretta gestione di tali prodotti chimici e dell’erogazione di sufficienti informazioni a riguardo, a clienti e consumatori.

Una delle quattro sostanze è utilizzata nei cosmetici ed è stata introdotta nella Candidate List come distruttore endocrino per gli esseri umani. Due sostanze sono utilizzate, ad esempio, nelle gomme, nei lubrificanti e nei sigillanti; queste sono state aggiunte perché hanno influenza sulla fertilità. La quarta sostanza, infine, è utilizzata nei lubrificanti e nei grassi; è stata inserita perché persistente, bio-accumulabile e tossica, e quindi dannosa per l’ambiente.

Nuove sostanze aggiunte alla Candidate List in data 17 Gennaio 2022:

# Nome della sostanza EC CAS Causa dell’inclusione della Lista Esempi di utilizzo
1 6,6′-di-tert-butyl-2,2′-methylenedi-p-cresol 204-327-1 119-47-1 Tossico per la riproduzione
(Article 57 c)
Gomme, lubrificanti, adesivi, inchiostri, carburanti.
2 tris(2-methoxyethoxy)vinylsilane 213-934-0 1067-53-4 Tossico per la riproduzione
(Article 57 c)
Gomme, plastiche, sigillanti.
3 (±)-1,7,7-trimethyl-3-[(4-methylphenyl)methylene]bicyclo[2.2.1]heptan-2-one includendo tutti I singoli isomeri e/o combinazioni (4-MBC) Proprietà da interferente endocrino   (Article 57 f – human health) Cosmetici
4 S-(tricyclo(5.2.1.02,6)deca-3-en-8(or 9)-yl O-(isopropyl or isobutyl or 2-ethylhexyl) O-(isopropyl or isobutyl or 2-ethylhexyl) phosphorodithioate 401-850-9 255881-94-8 PBT (persistente, bio-accumulabile, tossico) (Article 57 d) Lubrificanti, grassi.

Nota: una precedente aggiunta alla Candidate List è stata modificata. Il gruppo “Nonadecafluorodecanoic acid (PFDA) e i suoi Sali di sodio e ammonio” and its sodium and ammonium salts” precedentemente costituivano due voci: “Decanoic acid, nonadecafluoro-, sodium salt” e “sodium nonadecafluorodecanoate”. Questi due nomi descrivono la stessa sostanza e sono equivalenti, pertanto “Decanoic acid, nonadecafluoro-, sodium salt” è stato rimosso dalla lista.

La Candidate List delle sostanze “estremamente preoccupanti” ad oggi contiene 223 voci – alcune di queste coprono gruppi di sostanze, quindi il numero totali di agenti chimici è più elevato.

Queste sostanze potrebbero essere inserite nella Authorisation List in futuro. L’eventuale inclusione nella lista significa che l’uso della sostanza è proibito ad eccezione che l’azienda riceva un’autorizzazione per continuare ad utilizzarla dalla Commissione Europea.

Conseguenze della Candidate List

In regime di Regolamento REACH, le aziende potrebbero avere obblighi giuridici quando le sostanze da esse utilizzate sono presenti nella Candidate List – che siano usate da sole, in miscele o in articoli finiti.

Ogni fornitore di prodotti contenenti una sostanza indicata nella Candidate List in una concentrazione maggiore dello 0.1% w/w deve dare sufficienti informazioni ai suoi clienti e consumatori perché possano utilizzarli in maniera sicura. I consumatori hanno il diritto di richiedere ai propri fornitori se i prodotti che acquistano contengono sostanze SVHC.

Gli importatori e produttori di articoli contenenti una sostanza della Candidate List hanno sei mesi dalla data di inclusione di quest’ultima nella Lista (17 gennaio 2022) per notificarlo a ECHA. I fornitori di sostanze presenti nella Candidate List (che siano da sole o in miscele) devono dotare i clienti della relativa scheda di sicurezza.

In virtù della Waste Framework Directive, inoltre, devono notificare a ECHA se i loro prodotti contengono sostanze “estremamente preoccupanti” (SVHC) in concentrazioni superiori allo 0.1% (w/w). Questa notifica consentirà di registrare tali articoli nel database SCIP sviluppato da ECHA e pubblicato sul sito internet dell’Agenzia.

Maggiori informazioni su questi obblighi e i relativi strumenti sono riportate sul sito di ECHA.

 

Autore: Stefania Dal Corso

Responsabile Sviluppo Sostenibile

Consenso ai cookie con Real Cookie Banner