STANDARD 100 by OEKO-TEX®: Novità nel 2019

All’inizio dell’anno, l’Associazione OEKO-TEX® ha aggiornato come di consueto i criteri di prova applicabili e i valori limite per la certificazione di prodotto secondo lo STANDARD 100 by OEKO-TEX®.

 

Le seguenti nuove disposizioni entreranno in vigore il 1° aprile 2019 per tutte le certificazioni, dopo un periodo di transizione di tre mesi:

 

  • La sostanza benzene è stata inserita al parametro “altri residui chimici” per tutte le classi di prodotto; per la sostanza chinolina, che è sotto osservazione da parte di OEKO-TEX® dal 2018, è stato fissato il valore limite di < 50 mg/kg. Sono stati inoltre incorporati quattro sali amminici (4-cloro-o-toluidinio cloruro, Acetato di 2- naftilammonio, 4-Metossi-m-fenilendiammonio solfato; 2,4,5-trimetilanilina cloridrato), che vengono esaminati insieme al test per le “arilammine con proprietà cancerogene”
  • Nel corso della “standardizzazione” dei requisiti relativi ai valori limite, il requisito “<” si applica ora a quasi tutti i valori limite.

Da oltre 25 anni, la strategia dell’OEKO-TEX® è quella di essere proattivo nel campo della protezione dei consumatori e di non aspettare la legislazione. A causa di ciò, come risultato dell’implementazione delle poche misure aggiuntive sopra menzionate, lo STANDARD 100 by OEKO-TEX® copre già i requisiti della nuova “REACH Annex XVII CMR legislation (Regolamento (UE) 2018/1513 della Commissione)”, che riguarda 33 sostanze CMR. Questa legislazione, entrata in vigore nel novembre 2018, sarà tuttavia applicata ai prodotti solo a partire dal 1° novembre 2020. Al contrario, la maggior parte di queste sostanze sono già da molti anni considerate e regolamentate nel catalogo dei criteri OEKO-TEX®.

 

Ulteriori aggiunte di nuove sostanze (appendici 4 e 6):

  • Al parametro “metalli (pesanti) estraibili”:

Bario con valore limite < 1000 mg/kg (tutte le classi di prodotti)

Selenio con valore limite < 100 mg/kg (tutte le classi di prodotti)

  • Al parametro “altri residui chimici”: Sostanza della lista SVHC: Diazene-1,2-dicarboxamide (C,C’-azodi(formamide)) (ADCA) con valore limite < 0,1 % (< 1000 mg/kg; tutte le classi di prodotti)

Diazene-1,2-dicarboxamide può essere utilizzato specificamente per la produzione di schiume, resine termoplastiche ed epossidiche, come agente rigonfiante.

  • I silossani D4, D5 e D6, che sono stati recentemente classificati come sostanze estremamente problematiche (SVHC), sono stati aggiunti con un valore limite di < 0,1 % (< 1000 mg/kg) per tutte le classi di prodotti del nuovo parametro “silossani”.

Dal punto di vista odierno i silossani possono essere rilevanti per siliconi, finissaggi siliconici, spalmature siliconiche, stampe siliconiche, campioni con componenti morbide, campioni con finitura morbida, finissaggi idrorepellenti, oloerepellenti, antimacchia, ecc.

  • Nel gruppo degli ftalati è stata aggiunta la sostanza dimetilftalato.
  • Oltre alle paraffine clorurate a catena corta (SCCP), che da molti anni sono regolamentate nello STANDARD 100, ora sono state aggiunte anche le paraffine clorurate a catena media (MCCP). Entrambi i gruppi di sostanze sono ora coperti dal nuovo parametro “paraffine clorurate” e il requisito è fissato per tutte le classi di prodotti con “somma di SCCP e MCCP”: < 50 mg/kg”.

 

Nuove sostanze sotto osservazione (Appendici 4 e 6)

  • Glifosato e sali
  • N-nitrosammine cancerogene e sostanze N-nitrosabili

 

I prodotti a base di glifosato, attualmente l’ingrediente quantitativamente più importante negli erbicidi, hanno ricevuto grande attenzione da parte dei media nel 2017 e nel 2018 e sono stati oggetto di accesi e controversi dibattiti in tutto il mondo. Con l’azione “sotto osservazione”, OEKO-TEX® sta ora esaminando più da vicino i gruppi di sostanze menzionate nei materiali rilevanti e sta analizzando la situazione in modo più dettagliato.

 

Rafforzamento dei valori limite:

  • Formaldeide, libera e parzialmente rilasciabile; Appendici 4 e 6: classe di prodotto III: < 150 mg/kg (finora 300 mg/kg).
  • Anilina (rilasciata per scissione e libera):

Appendice 4:

classe di prodotto I: < 20 mg/kg (finora 100 mg/kg)

classi di prodotti II – IV: < 50 mg/kg (finora 100 mg/kg)

Appendice 6: tutte le classi di prodotti: < 20 mg/kg (finora 100 mg/kg)

  • Tris(2-cloroetil)fosfato (TCEP):

Appendice 4: tutte le classi di prodotti: < 10 mg/kg (finora 1000 mg/kg)

Appendice 6: tutte le classi di prodotti: < 10 mg/kg (finora 10 mg/kg)

  • residui di solventi (NMP, DMAc e DMF): I requisiti dell’appendice 4, sono stati equiparati a quelli già esistenti nell’appendice 6 (cfr. STANDARD 100).
  • Prodotti ritardanti di fiamma (appendici 4 e 6): Sono stati aggiunti di recente l’ottaborato di disodio e le paraffine clorurate a catena media (MCCP). Inoltre, i requisiti sono stati adeguati (per singola sostanza: < 10 mg/kg; somma di SCCP e MCCP: < 50 mg/kg; somma di tutti: < 50 mg/kg).
  • Appendice 6: Per quanto riguarda i parametri ftalati, composti per- e polifluorurati (PFC), i valori limite sono stati ridotti. Per maggiori dettagli si rimanda agli elenchi dell’appendice 6 dello STANDARD 100. I requisiti ora ancora più severi per i residui nei materiali si tradurranno in un minore impatto complessivo sull’ambiente, sui lavoratori e sui consumatori.

Per quanto riguarda l’appendice 6 – parametro “altri VOC e glicoli” – il periodo di transizione per gli accessori speciali e le piccole parti è stato prorogato fino al 31 marzo 2020.

 

Attraverso molti di questi nuovi requisiti, OEKO-TEX® continua a sostenere con forza non solo l’iniziativa “Zero Discharge of Hazardous Chemicals (ZDHC)” ma anche la “Detox Campaign”. In questo modo, OEKO-TEX® è in grado di rafforzare la consapevolezza in merito alla gestione di sostanze potenzialmente pericolose nei prodotti tessili e accessori lungo tutta la catena di produzione tessile e di svolgere un ruolo pionieristico nel contribuire ad un’efficace protezione dei consumatori.

 

Per ulteriori informazioni sui nuovi criteri di prova OEKO-TEX®, si prega di contattare Chiara Salmoiraghi (chiara.salmoiraghi@centrocot).